Didattica a distanza: tra diritto all’istruzione e tutela della privacy

Francesca Zanovello

Abstract


Abstract The need to face the Covid-19 pandemic situation has incisively affected the school. In this pandemic emergency particulary urgent is the need to ensure continuity to teaching using the new technologies. The digital teaching poses new challenges for data protection that the schools, the teachers, the students and the families will face. In fact the opportunities of the Web may entail risks, in particular for the privacy and dignity of minors. Therefore a correct and conscious use of new technologies is absolutely necessary. This paper outlines indications taken from measure, opinions and notes of the Italian Data Protection Authority and MIUR and the Ministry of Education.

 

Riassunto L’esigenza di fronteggiare lo stato di pandemia da Covid-19 ha avuto pesanti conseguenze sul mondo della scuola. La necessità di garantire la continuità didattica in un contesto di emergenza pandemica come quello attuale ha imposto di ricorrere alle nuove tecnologie per l’attività di didattica a distanza. Le istituzioni scolastiche, gli insegnanti, gli alunni e le famiglie si sono dovuti pertanto confrontare con questa nuova modalità di insegnamento che richiede di prestare particolare attenzione alla protezione dei dati personali. Le opportunità offerte dal Web sono infatti connesse a rischi, in particolare per la riservatezza e la dignità dei minori. Un uso corretto e consapevole delle nuove tecnologie è pertanto imprescindibile. Il presente articolo è finalizzato a ripercorrere le istruzioni fornite dal Garante per la protezione dei dati personali e dal MIUR al riguardo.

 

Keywords – school, digital teaching, personal data, privacy

 

Parole chiave – scuola, didattica digitale, dati personali, riservatezza


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.15160/2038-1034/2335

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.