L’educazione necessaria: tra educazione al genere e valorizzazione dei processi formativi. Riscoprire il ruolo della scuola nei cambiamenti socio-culturali

Marianna Alfonsi

Abstract


Abstract The first step to take to design educational practices that protect the construction of a free gender identity is to recognize an educational emergency in this topic. The contribution interweaving different stimuli, assigns a new value to institutions and educational staff, emerging from a concept that sees them as mere reproducers of crystallized knowledge. Through the formula of "educating to gender" we focus on a school that guides young people in "undoing and creating gender," in this context the contribution also focuses on compensating for the deficiencies of the official "history", a key place , in which past models have always been proposed in an anti-democratic vision of social participation processes.

 

 

Riassunto – Il primo passo da fare per progettare delle pratiche educative che tutelino la costruzione di una libera identità di genere, è quello di riconoscere in questo argomento un’emergenza educativa. Il contributo intrecciando stimoli diversi, assegna un nuovo valore alle istituzioni e al personale educativo, uscendo da una concezione che le vede come semplici riproduttrici di un sapere cristallizzato. Attraverso la formula dell’”educare al genere” ci si concentra su una scuola che guidi i giovani nel “disfare e creare il genere,” in questo contesto il contributo si concentra anche sulle compensazioni alle mancanze della “storia” ufficiale, un luogo chiave, in cui i modelli del passato sono stati sempre proposti in una visione antidemocratica dei processi di partecipazione sociale.

  

Keywords stereotype, gender education, school, history

 

Parole chiave stereotipi, educazione al genere, scuola, storia

 


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.15160/2038-1034/2138

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.