Inter-agire nel miglior interesse delle persone di minore età, tra responsabilità genitoriale ed istituzione scolastica

Aurea Dissegna

Abstract


Abstract The formation of the person, in its development from childhood to adulthood, is implemented through a “project” that involves many subjects: the family, the school, the social and health agencies, the local authority. Actors with very different responsibilities and competences that contribute, if they are able to interface positively, to promote ease, harmonious growth, and to face those situations in which the well-being seems to get into a crisis. A strategic role is therefore played by a good relationship between all these contexts, which is indispensable for giving effect to the rights enshrined in the International Childhood Convention (CRC). School and family have changed profoundly: in structure, in roles, in the exercise of authority, often incoherent and confused. It is essential to educate the person about the rights; to inter-act with responsibility in order to focus on one of the most complex and difficult right to make receivable: the right to listening participation provided for in Article 12 of the CRC, a transversal right that interfaces with many of the decision-making areas at the family level and in public institutions.

 

Riassunto La formazione della persona, nel suo percorso di sviluppo dall’infanzia all’età adulta, si attua attraverso un “progetto” che vede protagonisti molti soggetti: la famiglia, la scuola, le agenzie sociali e sanitarie, l’ente locale, attori con responsabilità e competenze molto diverse ma che concorrono, se si sanno interfacciare positivamente, a promuovere agio, crescita armonica, e per far fronte a quelle situazioni in cui il ben-essere sembra entrare in crisi. Un ruolo strategico lo riveste pertanto una buona relazione tra tutti questi contesti, indispensabile per dare effettività ai diritti sanciti dalla Convenzione internazionale dell’infanzia (CRC). Scuola e famiglia sono profondamente cambiate: nella struttura, nei ruoli, nell’esercizio dell’autorità, spesso incoerente e confusa. È indispensabile educare ai diritti, inter-agire con responsabilità per mettere al centro, in particolare, uno dei diritti più complessi e difficili da rendere esigibili: il diritto all’ascolto/partecipazione previsto all’art.12 della CRC, un diritto trasversale che si interfaccia con molte delle aree decisionali a livello familiare e nelle istituzioni pubbliche.

 

Keywords – listening, responsibility, presence, best interests, interdependency

 

Parole chiave – ascolto, responsabilità, esser-ci, superiore interesse, interdipendenza


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.15160/2038-1034/1897

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.