Prima dei regoli: Georges Cuisenaire (1891-1976) pedagogista sperimentale nelle leçons-promenades

Autori

  • Anna Millàn Gasca
  • Ester Di Tella

DOI:

https://doi.org/10.15160/2038-1034/2412

Parole chiave:

scuola primaria, pedagogia sperimentale, Georges Cuisenaire, storia dell’educazione, storia dell’educazione matematica

Abstract

Georges Cuisenaire, maestro e poi direttore delle scuole primarie comunali a Thuin, nella regione francofona del Belgio (Vallonia), fu il creatore dei regoli o numeri in colore, materiale didattico per l’istruzione matematica infantile diffusosi in tutto il mondo a partire dagli anni Cinquanta del Novecento e ancora oggi in uso. Nel 1935 presenta all’Esposizione Universale di Bruxelles una proposta didattica sperimentale per la scuola primaria, che espone nel saggio Leçons-promenades. Si tratta di una serie di lezioni che si sviluppano attorno a passeggiate all’aperto nel territorio circostante la scuola, effettivamente realizzate con le classi. Sotto l’influsso del pedagogista belga Ovide Decroly (1871-1932) (cruciale è l’idea di centro d’interesse), emerge il profilo culturale di un insegnante sul campo aperto alle nuove tendenze, capace di adattare le idee circolanti al contesto locale dove opera, che ha fatto sua l’esortazione di Wilhelm August Lay (1862-1926), secondo cui ogni insegnante deve essere un esploratore del pensiero infantile e un pedagogista sperimentale. Il calcolo e la misura emergono come aspetti cruciali dell’osservazione e dell’esplorazione del mondo, e si confermano come questioni che ricevettero molta attenzione da parte delle nascenti psicologia e pedagogia sperimentali. 

Downloads

Pubblicato

24-08-2022

Fascicolo

Sezione

ARTICOLI