Prender parola. Il dialogo come strumento educativo e l’insegnante come facilitatore per costruire una classe-comunità inclusiva. Riflessioni a partire dalle pedagogie della parola e del dialogo e dalla Philosophy for Children

Valerio Ferrero

Abstract


 

Abstract The pedagogical reflection that is articulated in this essay starts from the idea that learning must be an active construction by learners. Specifically, it is necessary that pupils acquire both disciplinary contents and transversal skills that allow them to exercise an active and aware citizenship. Dialogue appears to be the educational tool to act in this perspective, since it is an inclusive platform that allows the democratic participation of all in the learning process and an interactive relationship with knowledge. The contributions of the pedagogies of word and dialogue and the curriculum of Philosophy for Children developed by Matthew Lipman open to reflection on how dialogue can be engaged in daily practice, through a transformation of the usual educational setting and a change in the role of the teacher, who becomes facilitator of the heuristic path.

 

RiassuntoLa riflessione pedagogica che si articola in questo saggio prende le mosse dall’idea che l’apprendimento debba essere una costruzione attiva da parte dei soggetti in formazione. Nello specifico, occorre che alunne e alunni acquisiscano sia saperi disciplinari sia competenze trasversali che permettano loro di esercitare una cittadinanza attiva e consapevole. Il dialogo appare lo strumento educativo per agire in questa prospettiva, poiché è una piattaforma inclusiva che permette la partecipazione democratica di tutte e tutti al processo di apprendimento e una relazione interattiva con la conoscenza. I contributi delle pedagogie della parola e del dialogo e il curricolo della Philosophy for Children elaborato da Matthew Lipman aprono alla riflessione su come innestare il dialogo nella pratica quotidiana, attraverso una trasformazione del consueto setting formativo e un cambiamento del ruolo dell’insegnante, che diviene facilitatore o facilitatrice del percorso euristico.

 

Keywordsdialogue, pedagogy, Philosophy for Children, democracy, equity

 

Parole chiave dialogo, pedagogia, Philosophy for Children, democrazia, equità

 


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.15160/2038-1034/2352

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Licenza Creative Commons
Quest' opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.