Prima della scuola: spunti per impostare nuovi percorsi scolastici in un’epoca di alta mobilità individuale

Gabriele Iannàccaro

Abstract


Abstract The paper discusses the linguistic concerns of people in mobility in order to set out a better education policy that can take into account the real conditions in which the communication processes take place. Data and suggestion come from a large survey in Europe, fp7 European project MIME (Mobility and Integration in a Multilingual Europe). With the aid of an interpretive framework, different typologies of mobility are provided, to indicate the real needs of mobile people and the – desired or unwanted  – outcomes that can be hence previewed.

 

Riassunto – L’articolo discute le reali condizioni linguistiche delle persone in mobilità, al fine aiutare a definire più avanzate politiche educative che possano tener conto della effettiva complessità che caratterizza i processi di comunicazione. Dati e suggerimenti provengono da un’ampia indagine in Europa, il progetto europeo 7 MIME (Mobilità e integrazione in un’Europa multilingue). Attraverso l’analisi un framework interpretativo ai mostrano diverse tipologie di mobilità utili a inquadrare i reali bisogni linguistici delle persone e i risultati, desiderati o indesiderati, che possono essere previsti.

 

Keywords sociolinguistic, linguistic education, linguistic unease, linguistic complexity, mobility

 

Parole chiave  sociolinguistica, educazione linguistica, disagio linguistico, complessità linguistica, mobilità


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.15160/2038-1034/2108

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.