Esperienze di didattica della Fisica in diversi livelli del sistema educativo

Susanna Bertelli, Mirco Andreotti, Paolo Lenisa, Federico Spizzo

Abstract


AbstractThe growing interest of people in science events, the projects supported by the Italian Ministry of Education, University and Research to foster STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) teaching in different levels of the education system and the introduction of modern Physics into some Italian High Schools, has contributed in many cases to strengthen the bond between schools, universities and research centers. This bond has been carried out in specific activities which required innovative and effective communication and education methodologies. This paper presents the activities devoted to the dissemination and teaching of Physics organized in the last three years, starting from the academic year 2015/2016, by the University of Ferrara and the National Institute for Nuclear Physics. Some study cases differentiated by contents, recipients and teaching strategies will be analyzed. Particular attention will be given to the activities dedicated to the teaching of modern and contemporary Physics that involved High School students (http://www.fe.infn.it/orientamento _fisica/courses/laboratori-di-fisi ca-moderna/), the science hands-on laboratories performed with pupils attending the Primary Schools and a museum-based education experience included in a History of Physics exhibition devoted to art and science (www.fe.infn.it/fisicaemetafisica). The former is a case of out-of-school learning in which High School students work together with researchers to conduct a modern Physics experiment, and once back in school they make a report for their peers about what they have done and learnt in the laboratory. In the latter case, the Primary School pupils carry out guided experiments to become familiar with the scientific method investigating phenomena of Physics in everyday life. In the last case, some modern discoveries of Physics are introduced by the relation between artworks and scientific instruments connected to the History of Ferrara.

RiassuntoLa crescente partecipazione delle persone a eventi di divulgazione scientifica, i progetti sostenuti dal MIUR (http://www.progetto laureescientifiche.eu; http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/ricerca/dif fusione) per promuovere l’insegnamento delle materie STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) nei diversi livelli del sistema educativo e l’introduzione di argomenti di fisica moderna e contemporanea nelle programmazioni di alcuni Licei (http://www.indire.it/ lucabas/lkmw_file /licei2010///indicazioni_nuovo_impaginato/_Liceo%20scientifico%20opzione %20Scienze%20Applicate .pdf) hanno contribuito, in molti casi, a rafforzare il legame tra scuola, Università e centri di ricerca. Questo legame si è concretizzato nell’istituzione di attività dedicate in cui è stato necessario impiegare metodologie comunicative e didattiche sempre più efficaci. L’articolo presenta lo spettro delle attività realizzate negli ultimi tre anni, a partire dall’anno accademico 2015/2016, dall’Università di Ferrara e dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare per la comunicazione e la didattica della fisica. Verranno analizzati alcuni casi studio che si differenziano per contenuti, destinatari, contesti e strategie didattiche. In particolare verranno prese in esame le attività dedicate all’insegnamento della fisica moderna e contemporanea condotte con gli allievi delle scuole secondarie di II grado (http://www.fe. infn.it/ orientamento_fisica/courses/laboratori-di-fisica-moderna/), i laboratori scientifici hands-on realizzati con gli allievi delle scuole primarie e un’esperienza di didattica museale inserita in una mostra di storia della fisica dedicata al binomio arte-scienza (www.fe.infn.it/fisicaeme tafisica). Il primo è un caso di out-of-school learning in cui gli allievi delle scuole secondarie di II grado lavorano in gruppo a fianco dei ricercatori, per realizzare un esperimento di fisica moderna, e una volta tornati in classe devono relazionare ai pari quanto svolto e appreso durante l’attività laboratoriale. Nel secondo caso, gli allievi delle scuole primarie sono chiamati a condurre esperimenti guidati per acquisire familiarità con il metodo scientifico, investigando alcuni fenomeni fisici presenti nel quotidiano. Nell’ultimo caso, alcune scoperte della fisica moderna vengono introdotte dalla corrispondenza tra opere d’arte e strumenti scientifici e collegate alla storia di Ferrara.

Keywords – out-of-school learning, cooperative learning, learning-by-doing, learning-by-teaching, museum education

Parole chiave – apprendimento extrascolastico, apprendimento cooperativo, learning-by-doing, learning-by-teaching, didattica museale


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.15160/2038-1034/1594

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.