Pinocchio: a Bildungsroman?

Alessandra Avanzini

Abstract


Abstract In this article I will discuss the novel by Collodi The adventures of Pinocchio. I will start from the following question: can we consider Pinocchio a Bildungsroman? I’ll show that it is hardly possible to do so because there is no change in Pinocchio. The second question is whether this novel is actually a novel for children. I will argue that this is a book that does not consider the feelings of the boy, but aims at forcing him to adapt to the world outside. This world is made up of specific values that Pinocchio does not understand. These are the same values that characterize the post Risorgimento period. Pinocchio does not understand them but finally decides to accept them and abandon the search for his own identity.

 

Riassunto In questo intervento prendo in esame il romanzo Le avventure di Pinocchio di Collodi, partendo da una domanda centrale: si può considerare Pinocchio un romanzo di formazione? Cercherò di dimostrare che difficilmente si può sostenere una tesi del genere, giacché nel racconto di Collodi il suo personaggio non è aperto ad un vero cambiamento. La seconda questione è se questo racconto sia davvero un racconto per ragazzi. Questo libro, infatti, non tiene in considerazione quanto i ragazzi provano, ma mira a conformarli al mondo adulto, cioè a valori che Pinocchio non comprende. Sono gli stessi valori che caratterizzano l’epoca post-risorgimentale. Pinocchio non comprende questi valori, ma ad un certo punto decide di accettarli e di abbandonare la ricerca della propria identità.

 

Keywords – literature for children, childhood, education, educational relations, Collodi

 

Parole chiave – letteratura per l’infanzia, Infanzia, educazione, relazione educativa, Collodi


Full Text

PDF


DOI: http://dx.doi.org/10.15160/2038-1034/1380

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.